Rainieri: “Spray al peperoncino gratis per le parmigiane”

Home/Difesa Abitativa, Difesa Personale, Spray Anti Aggressione al Peperoncino/Rainieri: “Spray al peperoncino gratis per le parmigiane”

Rainieri: “Spray al peperoncino gratis per le parmigiane”

“E’ inutile girarci intorno, Parma, non è una città sicura. Furti, rapine, scippi e aggressioni sono ormai all’ordine del giorno e l’unico che fa finta di nulla è il sindaco. E, badate bene, lo dico senza il sorriso sule labbra. Preferirei, infatti, che il fallimento della giunta Pizzarotti si mostrasse su altri campi (dove comunque non manca), piuttosto che sulla sicurezza della nostra gente. Ma purtroppo è così e la situazione è ormai inaccettabile. Sono soprattutto le donne a pagare per l’incapacità a 5 stelle”.

Fabio Rainieri, vicepresidente dell’Assemblea Legislativa dell’Emilia Romagna interviene così dopo l’ennesimo tentativo di rapina sventato solo dal sangue freddo dell’edicolante che ha messo in fuga il rapinatore svuotandogli in faccia un flacone di spray al peperoncino.

“La donna – spiega Rainieri – senza esitazione, costretta dallo sconosciuto a consegnarle l’incasso del registratore di cassa, ha estratto lo spray e si è difesa. Visto he il sindaco non è in grado di garantire sicurezza in città, doti almeno tutte le donne della città di uno spray di autodifesa. Piuttosto che spendere soldi per interventi inutili e per spese facilmente evitabili, Capitan Pizza pensi, almeno una volta, alle donne di Parma. E il Prefetto – aggiunge Rainieri – sempre pronto a predisporre nuovi bandi per l’accoglienza dei cosiddetti migranti, provi ad aprire anche l’altro occhio e a guardare quale è la reale situazione in città. Come Lega Nord avevamo chiesto di chiamare l’esercito a pattugliare le nostre strade ma non avevano voluto ascoltarci. E questo e’ il risultato. Servono più agenti di polizia, serve un giro di vite contro la delinquenza, serve una nuova Parma – conclude -. Quella che Pizzarotti e i suoi non sono in grado di disegnare”.

fonte: ParmaDaily.it

About the Author:

Leave A Comment