Vendite record per lo spray urticante «Costa poco ed è meglio di una pistola»

Home/Armeria, Difesa Abitativa, Difesa Personale, Spray Anti Aggressione al Peperoncino/Vendite record per lo spray urticante «Costa poco ed è meglio di una pistola»

Vendite record per lo spray urticante «Costa poco ed è meglio di una pistola»

Impennata del +20% delle vendite nel Trevigiano in pochi mesi. Due i fattori determinanti: il prezzo più accessibile e la voglia di sicurezza della gente.

TREVISO Il timore di ogni sguardo, la paura di attraversare una via, anche se si è in pieno centro. Basta poco per sentirsi insicure: un allarme crescente in città, dopo l’aggressione subita domenica scorsa in vicolo Pescheria da Jane Amadio, la 51enne avvicinata da un individuo che ha cercato a lungo di molestarla, prima che la donna riuscisse a rifugiarsi in un locale. La sgradevole sensazione di non essere protette: inevitabilmente, il pensiero corre alle soluzioni personali, alla voglia di arrangiarsi. Magari nascondendo nella borsa uno spray anti-aggressione. La corsa alla difesa fai da te è un boom che sconfina i limiti di Treviso, con un prodotto distribuito ormai in numerosi esercizi commerciali del Veneto e della Marca, anche i più impensabili. «Caffè e brioche, grazie. E prendo anche quella bomboletta». La scena surreale si ripete spesso, nel bar di Rossella Rostellato a Mogliano. Tra bottiglie di liquori e stecche di sigarette, il cliente nota qualcosa che attira la sua attenzione: un cilindretto colorato in grado di spruzzare fino a tre metri un concentrato di oleoresin capsicum, sostanza urticante derivata dal peperoncino. Obiettivo, irritare gli occhi del malintenzionato di turno e farlo desistere, senza però finire nei guai per eccesso di legittima difesa. Finirà nella borsa di una donna contro gli stupri? Non necessariamente.

L’ultima tendenza è quella di conservare questi prodotti in casa, alternativa a pistole e bastoni contro lo spettro dei ladri. In poco tempo, Rossella ha dimezzato gli spray venduti nel suo Vincent Cafè. Siamo a Mogliano, ma potremmo essere ovunque, in un territorio che nell’ultimo anno ha visto impennarsi le vendite. A sdoganarli definitivamente ci aveva pensato nel 2011 il decreto 103 del ministero dell’Interno, fissando condizioni e limiti della distribuzione, e differenziandoli dagli spray professionali, più potenti, che si possono trovare solo in armeria, solitamente usati da poliziotti e vigili urbani: nel «fratello minore» la confezione non può contenere dosi maggiori di 20 ml, con una percentuale di sostanza urticante non superiore al 10 per cento ed una gittata massima di tre metri. Illegale la presenza di agenti infiammabili o corrosivi. Cinque anni fa il decreto, ma solo negli ultimi dodici mesi la richiesta in Veneto è aumentata. Diffusione capillare, persino singolare, visti gli esercizi dove la vendita è possibile: tabaccherie, farmacie, edicole, ferramenta, o, come nel caso di Rossella, bar con rivendita di tabacchi. «Lo comprano soprattutto uomini – racconta – e lo regalano a fidanzate, mogli e figlie».

La conferma del successo viene da Defence System, azienda di Modena leader in Italia nel settore. Il suo distributore nel Nordest è Claudio Bertazzo. «Parliamo di un aumento del 15-20 per cento in un anno – spiega – ed i fattori sono due. Il prezzo diventato più accessibile, 10 euro in media, e la sempre maggiore voglia di sicurezza della gente. C’è stato anche un cambio di mentalità: prima era considerato solo un prodotto da borsa per donne, adesso molti lo tengono in casa. Li fa sentire meno incerti. Sanno che se si difendono con una pistola o con coltello rischiano di finire nei guai, mentre gli spray omologati non sono considerati armi di offesa». Certo, resta il fattore psicologico. Lo choc di un’intrusione può rendere inutile o anche controproducente lo spruzzo. Non a caso, sono già stati organizzati dei corsi per utilizzarlo al meglio: in Veneto a fare da apripista è stata l’Ascom di San Donà di Piave. Nel frattempo, le prospettive di profitto sono tali da aver spinto l’azienda modenese a progettare e vendere persino un impianto domestico al peperoncino, alternativa agli allarmi. Si piazza sulla parete di una stanza, scatta al momento dello scasso e riversa nell’ambiente il contenuto di tre bombolette, saturando l’aria. «Il ladro scappa, garantito» assicura Bertazzo. Le vie del business della sicurezza sono infinite.

 

 

By | 2016-11-03T11:09:35+00:00 maggio 6th, 2016|Armeria, Difesa Abitativa, Difesa Personale, Spray Anti Aggressione al Peperoncino|Commenti disabilitati su Vendite record per lo spray urticante «Costa poco ed è meglio di una pistola»

About the Author: