Lo Spray al Peperoncino nuova “arma” della Polizia

Home/Difesa Personale, Forze dell'Ordine, Spray Anti Aggressione al Peperoncino/Lo Spray al Peperoncino nuova “arma” della Polizia

Lo Spray al Peperoncino nuova “arma” della Polizia

Dopo un periodo di addestramento gli agenti delle volanti avranno le bombolette Il questore: «Strumento utile per difendersi dalle aggressioni e bloccare gli agitati»

PISA. Peperoncino contro chi si agita anche di fronte a una divisa. “Sparato” in faccia come risposta a chi non sta al suo posto durante un controllo o continua a dare in escandescenze all’arrivo della polizia. Sono le bombolette spray urticanti la risorsa che verrà assegnata agli agenti in servizi sulle volanti (un’ottantina di poliziotti tra Pisa, Volterra e Pontedera).

«Contiamo di partire tra un paio di mesi, il tempo di concludere l’addestramento del personale» chiosa il questore Alberto Francini. Dalla prossima settimana inizieranno i corsi di formazione per maneggiare il dispositivo di autodifesa. Introdotte come deterrente nei confronti di chi viene fermato durante l’attività di controllo, le bombolette sono state autorizzate dal ministero dell’Interno con una prescrizione rigida. «Vanno usate quando i poliziotti si trovano davanti a un’azione violenta, di resistenza attiva e quando ogni tentativo di mediazione, dialogo o negoziazione fallisce» recita il regolamento. «Si tratta di uno strumento intermedio e meno invasivo di un’arma – prosegue il questore –. Tra intervenire a mani nude o usare la pistola ora c’è qualcosa che sta in mezzo. È capitato di dover subire aggressioni o di trovarsi di fronte a persone sotto effetto di cocaina. Lo spray in questi casi può essere utile». La novità viene accolta con favore anche dai sindacati. Lorenzo Cardogna, segretario provinciale dell’Ugl, chiarisce che lo «spray al peperoncino è uno strumento di dissuasione ed autodifesa contenente un principio attivo naturale a base di “Oleoresin Capsicum” che costituisce un valido supporto per l’autodifesa

dell’operatore impegnato nei servizi di polizia. Quello che si vuole evitare, attraverso l’introduzione di questo nuovo strumento di difesa meno invasivo del manganello e della pistola, è il contatto fisico in caso di aggressione».di Pietro Barghigiani

fonte: Il TIRRENO

By | 2017-01-09T10:20:40+00:00 gennaio 9th, 2017|Difesa Personale, Forze dell'Ordine, Spray Anti Aggressione al Peperoncino|Commenti disabilitati su Lo Spray al Peperoncino nuova “arma” della Polizia

About the Author: