Guardie giurate particolari. Cinquanta bombolette di spray urticante al peperoncino (con relative ricariche) per la polizia locale. Sono le strade scelte dal Comune di Riccione per prevenire e contrastare vandali e baby gang che sembrano spuntare come funghi nell’estate post Covid.

Al “contrattacco”

Per rispondere così al mancato arrivo dei rinforzi da Roma, «e dare una risposta immediata da Amministrazione del fare», come sottolineato dall’onorevole e assessora alla Sicurezza Elena Raffaelli, la Giunta Tosi ha colto un’altra delle possibilità offerte dal piano nazionale “Mille occhi sulla città”, ovvero “arruolare” quattro guardie giurate particolari che a bordo di due vetture con colori d’istituto, dalla mezzanotte alle 7 della mattina, dal 24 luglio al 23 agosto, «ma in caso lo ritenessimo necessario provvederemo a prolungare il contratto», spiega la prima cittadina, dovranno tenere gli occhi ben aperti sulla zona del luna park; su quella Ceccarini mare e piazzale Roma; viale Dante e piazzale Ceccarini; il Marano; tutta la zona della passeggiata a mare e tutti i luoghi della città che vedono coinvolte occasionalmente realtà comunali per manifestazioni, eventi dov’è prevista l’esposizione di cose e beni.

Cosa potranno fare?

Se le condizioni di sicurezza personale lo consentiranno, i “vigilantes” il cui contratto comporta per le casse del Comune una spesa di poco inferiore ai 26mila euro, potranno intervenire e mettere in riga chi attenta all’integrità della cosa pubblica ma anche di quella privata, ovviamente. Se individueranno chi commette dei reati, dovranno chiamare senza indugi carabinieri, polizia e le divise municipali guidate dal neo comandante Achille Zechini, cui spetta il coordinamento del progetto. «Con l’adesione a questo progetto, il Comune di Riccione ha trovato la modalità giusta per integrare il lavoro importante e impegnativo che le forze dell’ordine quotidianamente esplicano sul territorio, con un supporto in più che l’Ente pubblico ha potuto mettere in campo», ha detto la sindaca Renata Tosi.

«Abbiamo chiesto alla Prefettura i rinforzi estivi per le forze dell’ordine. Non abbiamo avuto risposte e abbiamo agito per cercare soluzioni al problema», ha rimarcato l’onorevole Raffaelli.

Nuove dotazioni

In quest’ottica va letta la decisione di dotare la polizia locale delle bombolette con spray al peperoncino, oggetto da tempo di un acceso confronto in città. La delibera comporterà un ulteriore investimento sul comparto sicurezza, di 4.148 euro per 50 bombolette e trenta ricariche complete dei relativi manicotti.

https://www.corriereromagna.it/il-comune-da-lo-spray-al-peperoncino-ai-vigili/